Chi Siamo

TENUTA PALAZZONA DI MAGGIO

La tenuta Palazzona di Maggio, di proprietà della famiglia Perdisa da quattro generazioni, è dominata dalla villa settecentesca da cui prende il nome, in una zona di grande rilievo storico e paesaggistico, a metà strada tra Bologna e Imola.

I vigneti della Tenuta sono ubicati in media collina, tra gli 80 e 170 metri sul livello del mare, magnificamente esposti e coltivati in terreni da alluvioni argillose.

Il particolare micro clima è l’ultimo determinante tassello per avere le condizioni ideali per l’ottenimento di uve di alta qualità.

Gli impianti sono ad alta densità con 5.500 piante per ettaro e il sistema di allevamento è a spalliera con potatura a cordone speronato.

La scelta dei porta innesti e delle varietà è stata effettuata esclusivamente per il miglior risultato agronomico possibile in relazione al tipo di terreno e all’obiettivo enologico, nella tradizione del fondatore dell’azienda Luigi Perdisa, luminare dell’agricoltura italiana.

villa con brina
vista viale

Il professor Perdisa, nel solco di una tradizione che in queste colline risale al 1800, piantò, sin dai primi anni sessanta, vitigni internazionali come il Cabernet Franc, lo Chardonnay, il Pinot Grigio e il Merlot che affiancarono ampie superfici di Albana e Sangiovese di Romagna, signori incontrastati delle colline imolesi e romagnole.

Nella tradizione e seguendo gli insegnamenti del grande agronomo, Alberto e Federico Perdisa coltivano oggi le medesime varietà scelte a suo tempo dal capostipite su una superficie a vite di 15,50 ettari su un totale di circa 60 della tenuta.

L’attenta pratica agronomica rispettosa dell’ambiente completa l’eccezionale vocazionalità del sito.

A partire dalla potatura invernale, le operazioni che seguono come spollonatura, scacchiatura, palizzatura, cimatura, sfogliatura, diradamento e vendemmia, sono eseguite manualmente e con grande scrupolo.

Il controllo delle infestanti avviene esclusivamente attraverso la lavorazione meccanica del terreno.

In adesione ai protocolli di gestione sostenibile e produzione integrata la difesa antiparassitaria viene eseguita solo se le condizioni meteorologiche la richiedono e con un basso impatto ambientale ottenendo uve mature e perfettamente integre dal punto di vista sanitario.

E’ stata inoltre attivata la procedura per la certificazione biologica. Siamo quindi in regime di conversione sia per i vigneti sia per la cantina.

E’ dopo un’attenta valutazione visiva, gustativa e analitica che le uve vengono raccolte in piccole cassette e portate immediatamente in cantina dove avviene un’ulteriore selezione prima della pigiatura.Tutte le fasi di vinificazione, dalla fermentazione all’affinamento, avvengono in vasche a temperatura controllata e in un ambiente perfettamente pulito, secondo rigidi protocolli tecnici che coniugano tradizione e innovazione.

Parlando dei vini, i cui nomi sono legati alla storia della colline di San Pietro di Ozzano, a partire dall’epoca Romana e fino al Medioevo, attualmente la produzione si attesta attorno alle 50.000 bottiglie.

vigna

La nostra Squadra

anto e albi

Anto e Albi

I due capi

Mamma Antonella e babbo Alberto,
le due colonne portanti della
Palazzona, guidano il nostro
team con esperienza, affetto
e a volte tirandoci le orecchie.

federico2

Federico

Il vignaiolo

E’ grazie a Federico che nascono
i nostri grandi vini.
La viticoltura e l’enologia sono
tradizioni che si perpetuano
di generazione in generazione.

filippo

Filippo

Il poliedrico

Filippo è il poliedrico di
famiglia, attivissimo sia in
vigna, sia nelle pubbliche
relazioni e nella gestione
di eventi.

caterina

Caterina

L’intellettuale

Caterina, che ha ereditato da
mamma Antonella lo charme e
il savoir faire, si occupa
della comunicazione e
dell’ufficio stampa di Palazzona.

4

Generazioni

60

Ettari di Tenuta

15,50

Ettari a Vigna

50000

Bottiglie

Le nostre Etichette storiche

Chi Siamoultima modifica: 2017-04-14T11:32:44+00:00 da redazione